Il mondo di domani

Perché sostenibilità = redditività

by FESPA Staff | 16/12/2022
Perché sostenibilità = redditività

Come creare valore e innovare rispettando i valori ambientali. Questa è la seconda parte della nostra conversazione con Andrew Winston, uno dei leader di pensiero più rispettati al mondo sulla questione della sostenibilità.

È possibile per le aziende eseguire un'autoverifica della propria posizione?

Sì, e penso che stia accadendo. Sul sito web del nostro libro – netpositive.world – abbiamo una valutazione della prontezza. Ciò comprende 24 domande e implica fare un passo indietro per un momento e vedere quanto sei pronto per la conversazione più ampia prima di immergerti.

La valutazione inizia con domande fondamentali come: qual è la nostra impronta lungo la nostra catena del valore? Quali sono le principali aree di rischio e opportunità?

Ogni grande azienda sta esaminando questo problema ora. Alcuni elementi, come la conoscenza dei livelli di emissione di carbonio, stanno per essere imposti da autorità di regolamentazione come la Securities and Exchange Commission negli Stati Uniti e vari organismi in Europa.

Una volta raccolti questi dati, ciò lascia le organizzazioni in una posizione molto migliore per porre alcune altre domande di base per l'autoverifica. Questi includono qual è la nostra responsabilità e in che modo i megatrend come il clima e l'uguaglianza influenzano noi e il nostro business? Quindi suggeriamo di valutare i tuoi stakeholder, cosa si aspettano da te i tuoi stakeholder? Secondo loro, su cosa dovrebbe concentrarsi la tua attività? Cosa si aspettano i tuoi dipendenti e i tuoi clienti? Questi fanno tutti parte dell'audit iniziale: a che punto siamo, come comunichiamo, cosa facciamo e stiamo andando nella giusta direzione?

Ci sono differenze nel modo in cui le grandi aziende e le piccole e medie imprese (PMI) possono affrontare questi problemi?

Penso che molti dei modi in cui crei valore siano universali: ridurre i costi, ridurre le emissioni e innovare attorno a nuovi prodotti che risolvono i problemi di sostenibilità. C'è molto che ogni azienda può fare, ed è un programma simile indipendentemente dalle dimensioni.

Tuttavia, ci sono chiaramente alcune differenze. C'è l'intera categoria del lavoro sull'intera catena del valore. Le grandi aziende possono fare pressione sui fornitori e cambiare davvero i sistemi in un modo molto più grande di quanto possano fare le PMI.

D'altra parte, le PMI sono spesso il luogo da cui proviene l'innovazione. Sono molto più fluidi. Possono iniziare con la sostenibilità al centro - non hanno l'eredità che hanno le grandi aziende - e quello che vedi ora è che alcuni dei marchi in più rapida crescita e più in voga generalmente hanno alle spalle una sorta di storia di sostenibilità.



Le piccole imprese e le aziende a conduzione familiare possono iniziare con la sostenibilità al centro e dire che è così che faremo le cose fin dall'inizio. Ciò offre loro un vantaggio su alcuni livelli, anche se non possono creare scala e sfruttare la pressione sui fornitori.

Se lo fai bene, il business sostenibile è un business più redditizio. In effetti, il mio obiettivo è vedere la sostenibilità aggiunta alla categoria "certo che lo facciamo". Ad esempio, 100 anni fa, il lavoro minorile era normale, ma poi è diventato "ovviamente non lo facciamo". Ora, per la maggior parte delle grandi aziende, la diversità sta nella fascia del "certo che lo facciamo".

Sento che parte del mio lavoro è spostare la decarbonizzazione, i diritti umani e tutto ciò che costituisce un business sostenibile nella categoria "certo che lo facciamo". In questo modo, possiamo smettere di avere le stesse conversazioni sull'esatto ritorno sull'investimento e diventa, questo è il modo in cui facciamo affari, ora troviamo il modo più competitivo per farlo.

Tutte queste cose sono buone idee quando l'economia è in buona salute, ma la maggior parte delle economie occidentali sta affrontando una recessione in questo momento. Che effetto pensi che avrà?

Ogni volta che c'è stata una recessione nell'economia, generalmente la sostenibilità deve affrontare finanziamenti inferiori. Le persone sono preoccupate per la recessione, l'inflazione e i problemi della catena di approvvigionamento, quindi non possono concentrarsi tanto sulla sostenibilità.

Tuttavia, la recessione economica all'inizio della pandemia di COVID è stata davvero la prima volta che qualcuno ha visto una tendenza così massiccia in cui la sostenibilità è effettivamente aumentata. C'è stato un enorme aumento delle aziende che si sono impegnate a raggiungere gli obiettivi climatici.

È importante rendersi conto che i megatrend che guidano questi cambiamenti sono reali. Il cambiamento climatico ha impatti reali sul mondo, come un clima devastante che sta costando vite umane e miliardi di dollari. Quando lo senti nella tua azienda e nella tua catena di fornitura, è difficile ignorare questi problemi.

Non sono solo i problemi in sé: anche le norme generazionali stanno guidando questi cambiamenti. I millennial e la generazione Z hanno una visione molto diversa di ciò che un'azienda deve essere, e questo è molto più in linea con l'approccio Net Positive. Sondaggio dopo sondaggio, in particolare tra la Gen Z, mostra che è ovvio che le aziende dovrebbero guardare alle questioni ambientali e sociali. Queste persone sono quelle che escono come nuova forza lavoro, scegliendo dove lavorare. Stanno scegliendo cosa comprare. Stanno avendo famiglie e stanno diventando grandi acquirenti. Penso che il passaggio generazionale renderà molto difficile per le aziende fare marcia indietro.

Potrebbe esserci un leggero cambiamento in questa tendenza, ma credo che non si possa tornare indietro e che tu sia un leader aziendale irresponsabile se ignori, ad esempio, ciò che il cambiamento climatico sta facendo alla tua catena di approvvigionamento. Sei sempre più irrilevante come azienda se non hai un programma dichiarato di riduzione delle emissioni di carbonio.

Una cosa che l'industria della stampa può incontrare è il greenwashing. Come possiamo aggirare questo?

Penso che il vero greenwashing sia raro: è quando sai che quello che stai dicendo è sbagliato. Ci sono settori e campi che hanno avuto sicuramente alti e bassi e che potrebbero aver tentato di minare la scienza del clima e fingere che gli importi. Ma penso che per la maggior parte delle aziende e dei settori, non è che stiano mentendo, è più che per molto tempo forse non si sono concentrati sulle cose che hanno il maggiore impatto.

Ad esempio, le banche e gli istituti finanziari hanno parlato per anni di passare all'e-banking dove possono risparmiare così tanta carta fornendo solo rendiconti elettronici. È vero, ma la loro vera impronta di sostenibilità è dove vanno i loro soldi. Stanno finanziando il carbone? È un milione di volte più importante della copia fronte/retro.

Il problema più grande è dove le aziende evitano le conversazioni sui problemi reali. Non è greenwashing, ma aggira il problema. Penso che sia molto più difficile da fare ora. I dipendenti chiedono di più e gli investitori chiedono di più. Anche se penso che dobbiamo ancora stare attenti ai settori – come i combustibili fossili – che hanno un serio interesse a che le cose non cambino molto.

Che consiglio potresti dare ai membri FESPA per aiutarli a renderli sostenibili e, per estensione, a prova di futuro?

Le aziende più piccole devono essere innovative, ma possono anche identificare gli stessi tipi di vittorie facili delle grandi aziende. Ogni azienda dovrebbe iniziare osservando come ridurre il consumo di energia; come potrebbero essere più efficienti in tutto ciò che fanno. È aperto a tutti ed è un modo semplice per ottenere lo slancio iniziale.

Come le grandi aziende, deve esserci un processo per dire a se stessi: quali sono le sfide che si frappongono per fare meglio? Quindi possono iniziare a cercare maggiori sforzi tra i gruppi industriali che mirano a risolvere alcuni degli stessi problemi [un esempio di ciò sono i programmi di gestione dei rifiuti di FESPA UK. In qualità di azienda più piccola, puoi collaborare con i marchi più grandi se stanno lavorando su questioni come una migliore infrastruttura di riciclaggio, come gli imballaggi in plastica, puoi collegarti a questo e trarne vantaggio.

Ma penso che l'opportunità per le PMI sia quella di innovare e costruire scopo e sostenibilità al centro di tutto ciò che fanno. Puoi trovare cose che riducono i costi con la stessa facilità di cose che li aumentano, quindi cerca di sviluppare la prospettiva che questo non è un problema che ti costerà di più; è un'opportunità per fare affari meglio.

Per ulteriori informazioni, visitare netpositive.world

by FESPA Staff Torna alle notizie

Diventa un membro FESPA per continuare a leggere

Per saperne di più e accedere a contenuti esclusivi sul portale Club FESPA, contatta la tua associazione locale. Se non sei un membro attuale, chiedi informazioni qui . Se non ci sono associazioni FESPA nel tuo paese, puoi unirti a FESPA Direct . Una volta diventato membro FESPA, puoi accedere al Portale Club FESPA.

Notizie recenti

In che modo la produzione di adesivi personalizzati può aumentare le entrate
Consulenza aziendale

In che modo la produzione di adesivi personalizzati può aumentare le entrate

Abbiamo parlato con Antigro Designer del suo nuovo software personalizzato che mira a reinventare la produzione di adesivi.

28-05-2024
Ricami multicolori su richiesta
Consulenza aziendale

Ricami multicolori su richiesta

Conny Svanberg, esperta di ricamo digitale presso Coloreel ed espositore alla sezione Personalize Make Wear presso Personalized Experience e Sportswear Pro 2024, parla della sublimazione della tintura e della gestione del colore.

28-05-2024
Iniziare con la sensazione tattile: swissQprint
Consulenza aziendale

Iniziare con la sensazione tattile: swissQprint

Carmen Eicher, Chief Sales and Marketing Officer, swissQprint e Claudio Müller, Application Engineer, discutono del business della costruzione aptica.

28-05-2024
Come le aziende di stampa possono avere rapporti migliori con personale nuovo e giovane
Come guidare

Come le aziende di stampa possono avere rapporti migliori con personale nuovo e giovane

Il reclutamento e la fidelizzazione rimangono un problema in molte aziende di stampa. Abbiamo parlato con Chloe Combi, autrice di best seller ed esperta di generazioni emergenti, di come gli stampatori possono massimizzare il loro rapporto con i giovani lavoratori.

28-05-2024