Consulenza aziendale

The Waste Academy: lezioni sulla sostenibilità delle stampanti

by FESPA Staff | 25/11/2023
The Waste Academy: lezioni sulla sostenibilità delle stampanti

Nella seconda parte di un focus in due parti sull’approccio innovativo di FESPA UK alla sostenibilità del settore della stampa, vediamo come la loro nuova Waste Academy sta aiutando a diffondere conoscenze essenziali tra produttori, fornitori e clienti.

In un articolo di accompagnamento a questo che si concentra sui recenti sviluppi della gestione dei rifiuti di FESPA UK e in particolare sul suo sistema di accreditamento dei rifiuti , l'amministratore delegato di FESPA UK Suzi Ward e il consulente per la sostenibilità di FESPA UK Jon Hutton mostrano come sono andati avanti con alcune innovazioni potenzialmente rivoluzionarie per il settore. La nuova Sustainable Waste Academy di FESPA UK offre aiuto per sostenere le aziende nel loro percorso verso la sostenibilità.

La lotta al greenwashing

“È piuttosto sorprendente incontrare persone che affermano di riciclare da anni e di aver risolto tutto. Ma quando Jon entra nelle loro attività nel giro di 5 minuti, è evidente che vengono ingannati e sfortunatamente tutti i loro rifiuti finiranno in discarica, ma non ne sono consapevoli", afferma Suzi.

“Non è per mancanza di voglia di essere responsabili; è dovuto alla mancanza di istruzione. Vogliamo educare le persone abbastanza da essere in grado di identificare quando il greenwashing è greenwashing o da avere informazioni sufficienti per porre le domande giuste. Non vogliamo che le persone facciano la scelta sbagliata senza saperlo”.

Jon è chiaro che è necessaria molta formazione e non si tratta solo di conoscenze tecniche ma anche di diventare saggi riguardo ad alcuni dei motivi coinvolti.

“La percezione della gestione dei rifiuti o della gestione del riciclaggio e la realtà possono essere significativamente diverse, principalmente a causa della mancanza di infrastrutture di riciclaggio disponibili. Tuttavia, ciò può derivare da tattiche di greenwashing da parte dei fornitori, perché la vendita di substrati è un compito difficile con molta concorrenza. Pertanto, gli entusiasti dipartimenti marketing si concentrano sulle caselle da spuntare – e la sostenibilità è ovviamente molto in cima all’agenda di tutti”.

Gestire la verità

Per risolvere questo problema, FESPA UK ha creato la sua Accademia educativa sui rifiuti sostenibili basata sulla conoscenza e sull'esperienza di Jon acquisita in 23 anni nel settore della gestione dei rifiuti e sul suo successivo lavoro con aziende di stampa e segnaletica. L'accademia ha sede in due centri formativi: uno è già situato presso la sede centrale di FESPA UK a Barnsley e un altro, in fase di lancio, presso la sede centrale di FESPA a Dorking, nel Surrey. Attualmente, l’Accademia offre due corsi sulla sostenibilità, con un terzo in programma.

“Abbiamo un corso per i produttori di rifiuti, che copre stampanti, segnaletica e qualsiasi altro elemento grafico. Poi abbiamo il secondo corso, progettato per aiutare a istruire i fornitori”, afferma Suzi.

I corsi si svolgono in un'unica giornata, con inizio alle ore 10:00 e termine alle ore 15:30. Per quanto riguarda il corso sui produttori di rifiuti, questo è pensato per gli operatori del settore della stampa. Il corso è suddiviso in una sessione mattutina e pomeridiana, con il tema centrale incentrato sull'educazione del produttore di rifiuti riguardo al proprio dovere di diligenza nella gestione dei rifiuti.

"Vogliamo offrire loro una comprensione onesta e veritiera delle industrie dei rifiuti e del riciclaggio, di ciò che è disponibile e di cosa succede ai materiali", afferma Jon.



“Per cominciare, discutiamo su come identificare il greenwashing e su come evitarlo;
l’importanza della sostenibilità e come affrontarla; e come ogni attività può variare. Esaminiamo come le persone possono creare la propria tabella di marcia, affrontando l'intero tema della sostenibilità e decidendo quali approcci sono migliori per la loro attività e i loro clienti specifici.

“Parliamo poi della gestione dei rifiuti e del riciclaggio. Esaminiamo gli appaltatori che scelgono, controlliamo gli appaltatori, otteniamo note di trasferimento, comprendiamo come il materiale viene consegnato e trattato. Da lì, esaminiamo i cambiamenti che possono essere apportati all’azienda per apportare miglioramenti finanziari. Esaminiamo appaltatori alternativi, come avvicinarli, quali domande porre, quali contenitori potrebbero essere utilizzati per ridurre al minimo i costi e come separare il materiale per ridurre al minimo i costi. Cerchiamo di offrire alle persone una comprensione che incoraggi il risparmio e la conformità quando torneranno al lavoro”.

Scelte, scelte

Questo background, afferma Jon, porta a esaminare brevemente le scelte dei materiali e i diversi substrati disponibili – siano essi a base di fibra, a base di carta o a base di plastica – e cosa chiedere ai fornitori.

“È fantastico usare il cartone perché ci sono tantissime opportunità di riciclarlo, ma non è pratico per ogni applicazione. Si tratta quindi di capire come parlare ai fornitori per ottenere i materiali più sostenibili", spiega Jon.



“Poi esamineremo come commercializzare le vostre scelte. Come pubblicizzare all'utente finale il fatto che potresti ancora utilizzare la plastica? Potrebbero ancora avere la mentalità che la plastica sia dannosa, quindi come puoi dimostrare di aver conquistato credibilità ambientale e poi venderla ai tuoi clienti? Il corso copre tutti gli aspetti su come affrontare l’aspetto sostenibile del business.”

Suzi continua: “Potresti usare il cartone per ogni singolo lavoro possibile, ma se finisce nel contenitore sbagliato, finirà in discarica. Questa è la realtà. Tutti questi materiali e opzioni sono fantastici, ma se non sai cosa stai cercando e cosa chiedere, se hai cartone o plastica, finirà nello stesso buco nel terreno. Questo è ciò che le persone attualmente non capiscono, ma devono capire”.

Formazione dei fornitori

Il mantra dell'Accademia sono tre parole chiave: educazione, collaborazione e innovazione.

"Quando si tratta di collaborazione, poiché non abbiamo alcun pregiudizio, lavoriamo con tutti i fornitori su un terreno neutrale per avvantaggiare l'industria su una serie di piattaforme, come i programmi di ritiro dei rifiuti e contro le trappole del greenwashing", Suzi dice.

“Per quanto riguarda il nostro corso per i fornitori, Jon e io lo abbiamo creato perché entrambi pensiamo che, se si vogliono apportare modifiche, è necessario guidarle dall'alto, ovvero dai fornitori. Le persone che forniscono i materiali devono essere responsabili di educare i propri clienti e il mercato in generale su ciò che è realizzabile. Il corso è progettato per istruire i team dei fornitori in modo che possano comprendere i propri prodotti e cosa si può fare con essi. Se non lo risolvi, non verrà filtrato lungo la linea.

“I gestori degli account e le vendite sul campo sanno che la sostenibilità è una delle priorità dei loro clienti, ma non hanno la formazione per affrontarla. Non possono sedersi al tavolo e parlare con sicurezza dei loro materiali, cosa farne, perché dovrebbero essere usati e perché sono preferibili ad altri materiali. Con il corso, stiamo cercando di creare l’educazione e la fiducia in modo che possano dire: ‘Fammi una domanda sulla sostenibilità e sarò in grado di risponderti.'”

Futuri luminosi

I corsi di FESPA UK sono stati lanciati il 27 settembre e sei corsi sono già stati tenuti o sono in programma prima di Natale.

“Educhiamo dalle sei alle otto persone alla volta. La richiesta c’è ed entro la fine dell’anno dovremmo aver tenuto quattro corsi per i produttori di rifiuti e due per i fornitori”, afferma Suzi.
“Stiamo scrivendo un terzo corso al momento, che mira a lavorare specificamente con i clienti per aiutarli a comprendere la sostenibilità. Verranno esaminati aspetti come le presentazioni aziendali e verrà spiegato cosa fanno determinati materiali e come gestirli quando si specifica.



"Una cosa che molte persone non capiscono di FESPA UK è che siamo un'organizzazione senza scopo di lucro, quindi il denaro che addebitiamo per i corsi ci consente di svilupparne di più e a Jon di uscire e scoprire di più sulla gestione dei rifiuti soluzioni. Quindi investiamo in qualsiasi innovazione che possiamo sviluppare nel settore. Parte del denaro che stiamo raccogliendo dal corso aiuta a finanziare i giovani che entrano nel settore attraverso il nostro progetto Next Generation .

“Ci piacerebbe anche estendere questo approccio alla più ampia famiglia FESPA. Un paio di membri globali mi hanno contattato per parlare di questo nei loro paesi e di come possiamo aiutarli a sviluppare corsi e accreditamenti simili all'interno delle altre 36 associazioni FESPA. Quindi siamo molto entusiasti di vedere dove andrà a finire tutto questo”.

by FESPA Staff Torna alle notizie

Diventa un membro FESPA per continuare a leggere

Per saperne di più e accedere a contenuti esclusivi sul portale Club FESPA, contatta la tua associazione locale. Se non sei un membro attuale, chiedi informazioni qui . Se non ci sono associazioni FESPA nel tuo paese, puoi unirti a FESPA Direct . Una volta diventato membro FESPA, puoi accedere al Portale Club FESPA.

Notizie recenti

 Tutto quello che devi sapere su Midjourney e la grafica AI
Consulenza aziendale

Tutto quello che devi sapere su Midjourney e la grafica AI

Marshall Atkinson, autore della newsletter Midjourney Experience, spiega come questo incredibile strumento di intelligenza artificiale può sbloccare la creatività progettuale.

23-02-2024
 Mimaki e la potenza della stampa DTF
Consulenza aziendale

Mimaki e la potenza della stampa DTF

Marc Verveem, Product Manager EMEA di Mimaki Europe, parla dell'efficienza dei costi e dei vantaggi in termini di sostenibilità della stampa diretta su pellicola (DTF).

23-02-2024
Come integrare l'intelligenza artificiale nei servizi clienti
Come guidare

Come integrare l'intelligenza artificiale nei servizi clienti

I chatbot stanno diventando sempre più utili e sofisticati. Cosa possono fare per te e perché le aziende di stampa dovrebbero abbracciare questo aspetto dell’intelligenza artificiale rivolto al cliente?

23-02-2024
Chiudere i confini del carbonio con CBAM
Consulenza aziendale

Chiudere i confini del carbonio con CBAM

Gli stampatori dovranno essere consapevoli delle loro emissioni future e dovranno rimanere conformi alle nuove tasse sul carbonio sia nell’Unione Europea che nel Regno Unito.

23-02-2024