Consulenza aziendale

DTG (direct-to-garment), DTF (direct-to-film) o ibrido... qual è il migliore?

by FESPA Staff | 28/11/2022
DTG (direct-to-garment), DTF (direct-to-film) o ibrido... qual è il migliore?

Per decenni, l'approccio accettato per la stampa su capi di abbigliamento è stata la serigrafia su semplici spazi vuoti o stampe transfer. Ma le nuove alternative del trasferimento ibrido e dei trasferimenti diretti su pellicola stanno rapidamente guadagnando quote di mercato, e per buoni motivi.

Acquista una maglietta a un evento dal vivo o qualsiasi cosa con un disegno stampato in un negozio di alta moda, ed è probabile che sia stata prodotta utilizzando la serigrafia diretta o il trasferimento stampato.

L'approccio consolidato della serigrafia al design dell'abbigliamento è popolare, ma è stato affiancato da una serie di altre tecnologie abilitate digitalmente che offrono l'opportunità di stampare su richiesta piuttosto che stampare per stock. La necessità di aumentare la sostenibilità, ridurre il time to market e una maggiore personalizzazione giustificano l'investimento in sistemi on demand.

DTG è ben consolidata per la produzione su richiesta a breve termine, anche se a un costo unitario molto più elevato rispetto alla serigrafia, dove i costi dell'inchiostro e la produzione in lotti riducono significativamente il prezzo unitario. L'ibrido - serigrafia bianca ed effetti speciali con stampa digitale a colori in linea - sta sviluppando un'opportunità per ottenere il meglio dei due mondi e contenuti di immagini variabili all'interno di un modello comune.

Il mondo dei trasferimenti di stampa ha visto sviluppi altrettanto entusiasmanti. I transfer serigrafati sono in uso da decenni, ma ora sono stati affiancati dalla stampa transfer direct-to-film (DTF), in cui sia il bianco che il colore vengono stampati digitalmente con una polvere adesiva fusa sull'inchiostro umido. Esistono anche trasferimenti ibridi, che utilizzano la stampa digitale con getto d'inchiostro o toner secco prima della serigrafia del supporto bianco e della polvere adesiva.



Quindi, con le opzioni di stampa dei capi di abbigliamento che diventano sempre più complesse, abbiamo parlato con Blaz Mur, amministratore delegato del produttore sloveno di macchine da stampa INO, in particolare sui vantaggi di queste nuove tecnologie di trasferimento.

Miglioramento delle opzioni

"La stampa transfer migliora costantemente", spiega Blaz. “Ad esempio, la tecnologia DTF è iniziata con macchine cinesi economiche che costano 15.000 o 20.000 €, ma si tratta di una macchina per hobby: i costi di gestione sono alti e hai bisogno di un tecnico che la ripari continuamente. Ora le macchine DTF stanno migliorando sempre di più e possiamo sicuramente vedere i trasferimenti che subentrano a DTG.

“Ci sono una serie di vantaggi che derivano dai trasferimenti. Ci sono alcuni materiali – tessuti costosi – che se stampi con DTG puoi danneggiarli. Ma non è lo stesso con i trasferimenti ibridi o DTF. Inoltre, la qualità della stampa stessa può essere una risoluzione molto più elevata rispetto a DTG. Ad esempio, con il nostro sistema di trasferimento ibrido, possiamo raggiungere 2400 dpi o anche superiori".

Blaz si affretta a sottolineare che i moderni indumenti stampati a trasferimento prodotti con termopresse professionali sono molto lontani dalle percezioni di alcune persone, che potrebbero essere basate su una tecnologia precedente mal rifinita.

“Non è come ai vecchi tempi in cui le persone stiravano sui trasferimenti a casa. In tal caso, non sei stato in grado di controllare la temperatura corretta del tuo ferro o di ottenere la pressione corretta mentre lo spingevi verso il basso. Non era un problema con la tecnologia dei trasferimenti in quanto tale, era un problema dell'attrezzatura e delle capacità della persona che effettuava il trasferimento”, dice Blaz.

“Se utilizzi una termopressa professionale per trasferimento, non ci sono problemi. Premi il trasferimento sull'indumento per 10, 11 secondi e poi rilascialo. Alcune pellicole di supporto possono essere rimosse immediatamente (operazione chiamata hot split) o quando sono fredde, operazione nota come cold split transfer.

Macchina transfer/stampa tessile INO SA6 500

“Significa che i clienti, come le società di promozione, possono ordinare i trasferimenti da produttori di trasferimento professionali e applicarli ai capi stessi. Hanno solo bisogno di poche presse e possono produrre internamente un prodotto professionale. L'effetto collaterale di ciò è uno dei grandi vantaggi della stampa transfer: tutto ciò che devi archiviare sono i transfer, non i capi interi".

Rifiuti di poliestere

Quella nozione di spazio di archiviazione ridotto, requisiti di consegna ridotti e, in effetti, produzione su ordinazione gioca molto bene nella narrativa di sostenibilità prevalente. Tuttavia, che dire del film di supporto in poliestere che diventa un rifiuto non appena la stampa viene trasferita?

"Questo è assolutamente vero", dice Blaz. “Recentemente sono stato in Italia con Coveme, uno dei più grandi produttori cinematografici del mondo. Stanno lavorando al riciclaggio del poliestere, ma stanno scoprendo che riciclarlo non è così facile. Se ciò potesse essere raggiunto, l'attività non solo diventerebbe più eco-compatibile, ma inciderebbe notevolmente anche sul prezzo. Il film è il 20% del costo del trasferimento.

Ci sono anche altri piccoli inconvenienti nei trasferimenti, o almeno differenze tra trasferimenti e DTG tradizionali. Ad esempio, il tessuto stampato con un trasferimento non ha lo stesso livello di traspirabilità del DTG e il prodotto finito non risulta così morbido. Tuttavia, afferma Blaz, in termini di velocità e costi, entrambe le tecnologie sono effettivamente alla pari.

Diventare ibrido

Blaz e INO sono leader mondiali nel settore dei trasferimenti. La ragione di ciò è che le macchine INO sono ideali per produrre transfer ibridi, che incorporano i migliori aspetti della stampa serigrafica e digitale.

“La nostra tecnologia di stampa ibrida è leggermente diversa dai trasferimenti DTF. Con DTF normalmente avresti un'unica macchina a getto d'inchiostro che applica il colore, il supporto bianco e l'adesivo. Nel nostro caso, i colori vengono stampati con una stampante laser Ricoh o una stampante HP Indigo. Quindi serigrafiamo il supporto bianco, quindi la colla può essere stampata o potrebbe essere semplicemente polvere aggiunta al bianco. Quindi il nostro sistema non è DTF – anche se stampiamo su pellicola di poliestere – è più un processo su scala industriale”, afferma Blaz.

Uno dei vantaggi del sistema INO è l'impressionante risoluzione di stampa di 2.400 dpi. "Un altro grande vantaggio è che il bianco è più opaco, quindi i colori risultano molto più vividi e possiamo ottenere una gamma cromatica molto più ampia, in particolare con le macchine da stampa HP Indigo", afferma Blaz.

“Ci siamo occupati della stampa transfer ibrida solo nel 2009 e tutto grazie a un cliente in Slovenia. In realtà non ce ne rendevamo conto prima, ma le macchine INO sono tra le migliori sul mercato per questa tecnologia. Uno dei maggiori problemi con la stampa ibrida è che l'immagine non è sempre nella stessa posizione rispetto al bordo della pellicola. Ma il nostro sistema funziona con le fotocamere per ottenere una posizione estremamente precisa dell'immagine stampata.

“Questo ci consente di utilizzare un ibrido tra stampa digitale e serigrafia. Sfrutta tutti i vantaggi del digitale con risoluzioni elevate e stampa economica in una gamma più ampia di colori CMYK, insieme a tutti i vantaggi della serigrafia, che è un alto deposito di inchiostro e un'elevata opacità. Inoltre, l'adesivo che viene dopo può essere più spesso e migliore.

E questo porta alla preoccupazione finale sulla stampa transfer: non verrà via tutto con il lavaggio?



"No. Con la maggior parte dei capi, la stampa andrà bene per almeno 50 lavaggi a 60°C. Tuttavia, con alcuni inchiostri e adesivi speciali, ad esempio per la stampa su abiti da lavoro o uniformi per gli ospedali, può persino sopportare lavaggi industriali fino a 95°C”.

Ciò significa che sia le stampe transfer stesse, sia la tecnologia utilizzata per produrle, rimarranno in circolazione per un po' di tempo.

Per vedere il video di INO sul trasferimento di calore ibrido, fare clic qui .

by FESPA Staff Torna alle notizie

Diventa un membro FESPA per continuare a leggere

Per saperne di più e accedere a contenuti esclusivi sul portale Club FESPA, contatta la tua associazione locale. Se non sei un membro attuale, chiedi informazioni qui . Se non ci sono associazioni FESPA nel tuo paese, puoi unirti a FESPA Direct . Una volta diventato membro FESPA, puoi accedere al Portale Club FESPA.

Notizie recenti

Consulenza aziendale

Diversità e Industria 5.0

Perché la diversità e l'inclusione si adattano a un approccio più umano che porterà stabilità e successo alle aziende lungimiranti.

20-01-2023
Il mondo di domani

Chiusura del ciclo: riciclo in plastica e segnaletica

Il distributore di materie plastiche Vink applica i principi dell'economia circolare al suo programma di ritiro della segnaletica in plastica per ridurre significativamente le emissioni di carbonio.

20-01-2023
Come guidare

Come condurre un'analisi PESTLE per ottenere il quadro globale

Questo strumento analitico ad ampio raggio esamina le tendenze globali profonde per sviluppare una strategia aziendale a lungo termine.

20-01-2023
Come guidare

Come utilizzare un'analisi SWOT per rimanere competitivi

Il modo semplice ma potente per acquisire una conoscenza approfondita della tua attività, del mercato e dei tuoi concorrenti.

20-01-2023