Caratteristiche

Come funziona: dal file alla goccia d'inchiostro

by Sonja Angerer | 07/12/2023
Come funziona: dal file alla goccia d'inchiostro

Sonja Angerer descrive il processo con cui i clienti inviano i file alle stampanti per l'output.

Il disegno viene creato digitalmente su un computer e diventa tangibile una volta stampato.

Per comprendere il processo, esiste un flusso di lavoro dal file alla goccia di inchiostro:

  • Come si passa da un progetto ai dati stampabili?
  • Cosa succede in un Raster Image Processor (RIP)?
  • Quali fattori determinano la qualità della stampa digitale?

DIDASCALIA: Oggi la consegna dei file in formato PDF/X è standard.

Tutto inizia con la progettazione. Per decenni i disegni sono stati creati al computer o scansionati da modelli analogici. Esistono due tipi principali di file di progettazione: vettoriale e pixel. La grafica vettoriale, creata in Adobe Illustrator, Corel Draw o Autocad, è scalabile a qualsiasi dimensione, poiché gli oggetti sono descritti da formule matematiche. I file vettoriali consentono la stampa di alta qualità anche quando il file è di grandi dimensioni.

Al contrario, i dati raster sono costituiti da pixel, ciascuno con una dimensione e un colore specificati. Ciò significa che se un file viene ingrandito, il software duplica i pixel esistenti e quindi tenta di ottimizzare la nuova immagine utilizzando algoritmi. Oggi ci sono opzioni come "Ridimensiona immagini" in Adobe Photoshop, software di ridimensionamento come Luminar Upscale possono ottenere risultati ancora migliori.
 
Per risultati ottimali di stampa digitale a breve distanza di visualizzazione, si consiglia vivamente una risoluzione dei dati di almeno 150 ppi nelle dimensioni di output effettive, ottenendo un file minimo di 2.480 x 3.508 pixel per una stampa A4 di alta qualità. Per le stampe generalmente visualizzate da una certa distanza, ad esempio i mega poster, sarà sufficiente una risoluzione molto più bassa.

Per la stampa, i dati vengono raramente inviati a una stampante come formato di file nativo ma vengono raggruppati in un PDF. Il formato file è stato sviluppato da Adobe Systems e può contenere testo, grafica, immagini, collegamenti ipertestuali, moduli e talvolta anche file audio e video. Oggi, la maggior parte degli stampatori richiede PDF/X-3, poiché i software professionali per il layout o la progettazione consentono l'esportazione diretta in PDF/X (ad esempio Photoshop –> file –> salva con nome –> Photoshop PDF).


DIDASCALIA: Un RIP influenzerà l'output, motivo per cui la marca del RIP viene presa in considerazione durante la scrittura dei profili ICC.

Dal PDF al file strappato  

Si prevede che un PDF visualizzi in modo uniforme gli elementi di una pagina indipendentemente dal dispositivo e dal sistema operativo. Tuttavia, questo vale solo per gli schermi. Per qualsiasi output PDF su una stampante a getto d'inchiostro, è necessario posizionare correttamente molte gocce di inchiostro colorato per ciascun elemento del PDF.

Durante il ripping è necessario considerare gli inchiostri disponibili nella stampante a getto d'inchiostro . Una stampante a getto d'inchiostro potrebbe presentare solo 4 colori di quadricromia, proprio come la stampa offset standard. Ma anche alcune stampanti fotografiche Fine Art utilizzano fino a 12 configurazioni di inchiostro. Nella stampa offset, gli angoli del reticolo in cui i colori devono essere stampati uno sopra l'altro sono chiaramente specificati nella norma DIN 16 547. Non ci sono restrizioni tecniche nella stampa a getto d'inchiostro poiché gocce di inchiostro di molte dimensioni possono essere posizionate dove passa la testa. Di conseguenza, sono disponibili diversi raster tra cui gli utenti possono scegliere, influenzando la qualità dell'immagine.

Il RIP considera le informazioni sulla gestione del colore fornite dai profili, assicurando che l'output su livelli pre-specificati sia esattamente come visto sul monitor calibrato (prova a schermo) o su una stampa di prova (prova).

Tuttavia, la maggior parte dei RIP, sia direttamente dal produttore della stampante che RIP universali , possono fare ancora di più. I file dei clienti vengono automaticamente inseriti nelle cartelle attive, dove verranno stampati non appena la macchina selezionata sarà pronta. Un RIP posizionerà i motivi ricorrenti sul supporto di stampa in modo efficiente per risparmiare sul substrato (nesting). Inoltre, le stampe troppo grandi che devono essere stampate in un unico pezzo verranno automaticamente affiancate per garantire che le parti siano adatte per un facile riassemblaggio. Un file estratto conterrà anche controlli per testine di stampa, velocità della testina, riscaldamento o alimentazione del supporto.

Il RIP è fondamentale  

A seconda della stampante, della configurazione dell'inchiostro e del substrato, l'output dello stesso file grafico sarà molto diverso. È molto meno comune considerare anche l'influenza del RIP sulla qualità di stampa. Questo è il motivo per cui i profili ICC spesso specificano anche il RIP, poiché tra i marchi sono possibili piccole ma significative differenze tra colori e raster. Per una stampa di alta qualità, è importante tenere presente che senza un file ben creato, le gocce di inchiostro non verranno posizionate perfettamente.

by Sonja Angerer Torna alle notizie

Temi

Interessato ad entrare a far parte della nostra community?

Richiedi oggi stesso per entrare a far parte della tua Associazione FESPA locale o FESPA Direct

Informarsi oggi

Notizie recenti

Personalizzazione: colmare il divario tra la domanda dei consumatori e le moderne capacità produttiv
Blog

Personalizzazione: colmare il divario tra la domanda dei consumatori e le moderne capacità produttiv

Prima del suo intervento alla conferenza Personalized Experience 2024 (20 marzo presso RAI Amsterdam, Paesi Bassi), Marie-Eve Lemieux, Chief Solutions Officer di Mediaclip, approfondisce come colmare il divario tra la domanda dei consumatori di prodotti personalizzati e le moderne capacità di produzione.

23-02-2024
Adozione dell'intelligenza artificiale nel settore della decorazione di indumenti
Caratteristiche

Adozione dell'intelligenza artificiale nel settore della decorazione di indumenti

Marshall Atkinson discute le nuove opportunità offerte dall'utilizzo dell'intelligenza artificiale nella decorazione degli indumenti. Marshall copre anche le metriche basate sull'intelligenza artificiale e le esperienze dei clienti guidate dall'intelligenza artificiale.

23-02-2024
Cosa aspettarsi da Sportswear Pro 2024
Podcast

Cosa aspettarsi da Sportswear Pro 2024

Parliamo con Sam Taylor di The Good Factory della prossima mostra Sportswear Pro 2024 e di cosa possono aspettarsi i visitatori quando parteciperanno.

23-02-2024
Gli investimenti sono in cima all'agenda dei decisori senior di FESPA Middle East 2024
Comunicati stampa

Gli investimenti sono in cima all'agenda dei decisori senior di FESPA Middle East 2024

La fiera inaugurale FESPA Middle East 2024 (29 – 31 gennaio 2024, Dubai Exhibition Centre) ha messo in contatto decisori senior di aziende di stampa e segnaletica con i principali fornitori e distributori OEM e ha presentato un ricco programma di contenuti formativi, facilitando le conversazioni su investimenti e partnership e piani di crescita del settore.

23-02-2024