Software

Come integrare diversi software per creare un flusso di lavoro più automatizzato

by Nessan Cleary | 27/05/2024
Come integrare diversi software per creare un flusso di lavoro più automatizzato

Nessan Cleary condivide la tendenza secondo cui negli ultimi anni il settore della stampa è diventato più disposto a lavorare con soluzioni SaaS poiché riducono la necessità di investimenti iniziali.

Ogni moderna azienda di stampa accumulerà molti pacchetti software diversi, spesso di fornitori diversi, ciascuno solitamente progettato per una gamma specifica di attività. Questo software potrebbe essere fornito con un nuovo componente hardware, ad esempio RIP, o essere stato acquistato per risolvere un problema particolare. Il trucco sta nell'integrare tutti questi insieme per creare un unico flusso di lavoro automatizzato. Inevitabilmente ciò comporterà dei costi, ma una maggiore automazione dovrebbe portare a più risultati e a meno errori, il che dovrebbe giustificare il costo.

Il modo più ovvio per integrare diversi processi insieme è attraverso le cartelle attive, che possono essere configurate per avere funzioni specifiche. È possibile impostare cartelle attive, a volte chiamate anche cartelle intelligenti, nei sistemi Windows o Mac e assegnare azioni come l'invio di file a una particolare coda di stampa. Il rilascio di un file in quella cartella attiverà quindi l'azione. Molti programmi di produzione di stampa consentono inoltre di creare cartelle attive con funzioni specifiche per tali programmi. Si tratta di un approccio abbastanza comune e funziona bene per flussi di lavoro semplici, come lo spostamento di file da un server a colori a una coda di stampa.

Tuttavia, questi processi potrebbero produrre risultati diversi o alcuni lavori potrebbero richiedere un lavoro più complesso. Un'opzione potrebbe essere quella di scrivere script aggiuntivi per garantire un'integrazione più stretta tra i diversi programmi. Tuttavia, questo sarà costoso e dovrai mantenere l'integrazione man mano che i diversi programmi vengono aggiornati e altre funzionalità vengono aggiunte al flusso di lavoro.

Esistono numerose soluzioni per superare questo problema senza la necessità di sviluppare software su misura. Il più comune di questi è Switch, sviluppato da Enfocus, a sua volta parte di Esko. Switch è facile da usare e altamente configurabile. Consente agli utenti di creare il proprio flusso di lavoro semplicemente trascinando e rilasciando cartelle e icone su un'area vuota e quindi impostando connessioni tra tali elementi. La chiave del sistema sono i plug-in che consentono al software esistente di altri fornitori di connettersi al sistema. Questi plug-in erano conosciuti come Configuratori, ma ora sono stati tutti convertiti in app e sono disponibili tramite Enfocus Appstore.

Non è affatto un sistema nuovo e nel corso degli anni Enfocus ha creato un'enorme libreria di app per la maggior parte dei sistemi di produzione disponibili di molti fornitori diversi. Ciò include soluzioni MIS e Web-to-Print, nonché RIP e software di progettazione oltre a strumenti di produzione come preflight, gestione del colore e imposizione. Non importa quale attrezzatura utilizzi, ci sono buone probabilità che troverai un'app corrispondente per collegarla a Switch. Queste app, che sono state spesso create da sviluppatori di software di terze parti, consentono agli utenti di Switch di accedere a gran parte delle funzionalità di tali strumenti per eseguirli direttamente da Switch.

Sono inoltre disponibili numerosi moduli che aggiungono ulteriori funzionalità. Ciò include un modulo Metadati in grado di integrare un sistema MIS o Web-to-Print in un flusso di lavoro Switch e quindi utilizzare i metadati all'interno di un ticket di lavoro per instradare quel lavoro attraverso il sistema di produzione. Altri moduli consentono le connessioni a un database o consentono ai clienti di accedere al flusso di lavoro Switch tramite un browser. Esistono anche strumenti Switch Scripting che consentono agli utenti di scrivere le proprie connessioni, anche se ciò dipende ovviamente dalla conoscenza di scripting.


Quest'anno abbiamo visto anche l'offerta di diverse soluzioni basate su cloud per aiutare a risolvere il problema di come collegare tra loro diverse piattaforme di produzione. Essenzialmente questi rispondono alla tendenza crescente di costruire una piattaforma di integrazione come servizio, o iPaaS, che può essere ospitata interamente su servizi cloud. Ciò gli consente di fungere da hub centrale in grado di connettersi a tutti gli altri software di produzione disponibili. Poiché iPaaS è una variante di SaaS, o Software as a Service, è anche facilmente scalabile, senza costi generali di gestione dell'infrastruttura e delle licenze. Ciò rende più semplice tenere il passo con le crescenti richieste di scadenze più brevi e tirature di stampa più piccole.

Four Pees, specializzata nella distribuzione e integrazione di software, ha sviluppato un proprio sistema che chiama Atomyx. Ci sono tre parti. Atomyx Manage è il dashboard principale e mostra il flusso di lavoro all'interno di un fornitore di servizi di stampa, nonché le connessioni tra fornitori di servizi di stampa, acquirenti di servizi di stampa e piattaforme di stampa online. Offre funzionalità di integrazione perfetta, visualizzazione degli ordini, automazione e intervento manuale.

Poi c'è Atomyx Prepare, che si basa sulla tecnologia callas pdfToolbox. Ciò include molte funzionalità di prestampa come preflight, conversioni del colore e preparazione dei file. La parte finale è Atomyx Layout, un'API di layout di stampa che ottimizza l'utilizzo dei media attraverso la pianificazione automatizzata del layout come imposizione e annidamento.

Atomyx funzionerà con la maggior parte delle tecnologie di stampa, compresi il grande formato, l'etichettatura, l'imballaggio e la stampa commerciale. Inoltre, per la parte Gestisci sono disponibili plug-in che consentono la connessione ad altri sistemi, come piattaforme di e-commerce o dispositivi di stampa diretti. Tom Peire, amministratore delegato di Four Pees e Atomyx, afferma: “Uno dei nostri obiettivi è anche quello di mettere in contatto gli acquirenti di servizi di stampa con i venditori e i produttori di servizi di stampa. Ciò significa che le piattaforme e i broker di stampa online sono nella nostra lista a cui connettersi. Abbiamo anche stabilito collegamenti con sviluppatori RIP e produttori di macchine per la stampa tessile per esplorare come connetterci ai loro sistemi”.

C'è un nuovo attore sul mercato che offre connettività chiamato CoCoCo, che è cresciuto su Zaikio, una filiale di Heidelberg che ora sta per essere chiusa. Anche questo adotta un approccio SaaS basato su cloud, promettendo di connettere insieme diversi dispositivi software e hardware indipendentemente da chi li ha originariamente sviluppati. È un sistema modulare composto da tre prodotti che lavorano insieme.

Il cuore del sistema è CoCore, che si collega a tutti gli altri sistemi come MIS, macchine da stampa e dispositivi di finitura. In quanto tale, può fornire una visione complessiva del dashboard di tutti i sistemi connessi, inclusi lavori, ritardi e colli di bottiglia.

Le connessioni effettive sono gestite da CoConnect tramite kit di integrazione preconfigurati, che creano un collegamento dati tra i tuoi sistemi e il modulo CoCore. Poiché il modulo CoCore è basato su cloud, è facile ampliarlo in base alle necessità e non sono previsti costi hardware.

La terza parte è CoCollab, che consente alle aziende di inviare i propri dati di lavoro ad altre aziende con cui lavorano. Ciò potrebbe essere, ad esempio, l'invio dei dettagli del lavoro a uno specialista esterno che si occupa dell'installazione del display. Consente inoltre di restituire dati, ad esempio, per confermare che un lavoro è stato completato. Allo stesso modo, ciò potrebbe consentire a un marchio o a un rivenditore di inviare ordini dal proprio sistema di approvvigionamento al flusso di lavoro di produzione del fornitore di servizi di stampa.

In conclusione, Switch è una soluzione collaudata mentre il concetto iPaaS è relativamente nuovo e sia Atomyx che CoCoCo impiegheranno del tempo per stabilire connessioni con altri software. Tuttavia, negli ultimi anni il settore della stampa è diventato molto più disposto a lavorare con soluzioni SaaS perché riducono la necessità di investimenti iniziali. In ogni caso, ogni azienda di stampa è unica a modo suo e dovrà capire le proprie esigenze e il livello di investimento con cui si sente a proprio agio.

Per scoprire i contenuti più recenti che coprono un'ampia gamma di settori, tra cui il software per la stampa e l'automazione, iscriviti alla newsletter mensile gratuita FESPA World, disponibile in inglese, spagnolo e tedesco.

by Nessan Cleary Torna alle notizie

Interessato ad entrare a far parte della nostra community?

Richiedi oggi stesso per entrare a far parte della tua Associazione FESPA locale o FESPA Direct

Informarsi oggi

Notizie recenti

Gli sponsor del WrapFest 2024 lo hanno messo nella corsia di sorpasso
Vehicle wrapping

Gli sponsor del WrapFest 2024 lo hanno messo nella corsia di sorpasso

WrapFest, la principale fiera per la comunità dei veicoli e dei dettagli di superficie, ha annunciato che 11 dei principali specialisti del rivestimento a livello mondiale si sono uniti come sponsor, con altri in arrivo, posizionandolo per un secondo evento eccezionale questo ottobre.

14-06-2024
Stampa transfer o taglio a foglio: in quale tecnica dovresti investire?
Garment Printing

Stampa transfer o taglio a foglio: in quale tecnica dovresti investire?

Esistono molti modi per decorare magliette e altri capi di abbigliamento. La stampa transfer e il taglio della lamina sono le tecniche più comuni utilizzate. Sonja Angerer spiega quale tecnologia è più adatta per quali applicazioni, quali strumenti sono necessari e cosa dovrebbero considerare gli stampatori quando investono.

14-06-2024
La stampa a getto d'inchiostro è perfetta per i regali promozionali?
Inks

La stampa a getto d'inchiostro è perfetta per i regali promozionali?

I regali promozionali continuano ad attrarre i clienti. La stampa digitale è perfetta per portare la pubblicità tattile a un livello superiore. Sonja Angerer spiega cosa rende così attraente per gli stampatori la combinazione tra stampa a getto d'inchiostro e articoli promozionali.

13-06-2024
Come sfruttare la tecnologia per rivoluzionare il futuro della produzione di abbigliamento sportivo
Sportswear

Come sfruttare la tecnologia per rivoluzionare il futuro della produzione di abbigliamento sportivo

L'ambasciatrice tessile di FESPA, Debbie McKeegan, parla con 5 specialisti del settore provenienti da Stahls UK & Europe, Kornit Digital, Antigro Designer, MS & JK Group e JK Group sulle opportunità, le sfide e le soluzioni attualmente disponibili per la produzione tessile on-demand stampata digitalmente.

03-06-2024