Sportswear

Abbigliamento sportivo sostenibile: come risiede la circolarità nel design del prodotto

by Ana Kristiansson | 28/02/2024
Abbigliamento sportivo sostenibile: come risiede la circolarità nel design del prodotto

L'ex atleta professionista Ana Kristiansson ha unito la sua passione per la moda e gli indumenti sostenibili di lunga durata per fondare l'agenzia creativa Desinder, specializzata nello sviluppo di strategie, branding, design e comunicazione per marchi di abbigliamento sportivo, outdoor e lifestyle. In questo blog, e prima del suo intervento alla conferenza Sportswear Pro 2024 (21 marzo presso RAI Amsterdam, Paesi Bassi), spiega come i capi possono essere costruiti per durare...

È evidente che viviamo in un mondo in cui tutti noi, a livello organizzativo e individuale, ci sforziamo di incorporare pratiche sostenibili nella nostra vita e nelle nostre operazioni quotidiane. Ciò include i mercati della moda e dell’abbigliamento sportivo.

Poiché l'80% dell'impatto ambientale di un prodotto è il risultato diretto della sua progettazione [secondo la Ellen MacArthur Foundation], è fondamentale per i marchi di abbigliamento far durare i propri capi il più a lungo possibile considerando aspetti come il processo di costruzione e i materiali di cui sono costituiti. cui sono realizzati.

In Desinder, una parte fondamentale di ciò che facciamo è sviluppare strategie per le aziende che tradizionalmente fanno affidamento su grandi scorte dei loro articoli, ma hanno bisogno e vogliono adattarsi per rafforzare i loro modelli di business e rispondere meglio alle esigenze dei loro clienti – il tutto riducendo al minimo gli sprechi.

Guidiamo inoltre i marchi attraverso il processo di progettazione dei loro prodotti di abbigliamento, compreso l'approvvigionamento di materiali e produttori.

Design durevole

Quando si tratta di abbigliamento sportivo e di altri tipi di abbigliamento, ci sono modi in cui i marchi possono migliorare la durata e la riutilizzabilità dei loro articoli, sostenendo al contempo l’economia circolare e limitando gli sprechi.

Ad esempio, immagina se hai un maglione sportivo e la cerniera si rompe. Per far sì che il capo duri il più a lungo possibile, sarebbe fantastico se il cliente potesse facilmente farsi montare una cerniera sostitutiva – dal marchio di abbigliamento, o farlo lui stesso con un kit di riparazione fornito dal marchio – invece di restituirlo. e scambiandolo con uno completamente nuovo. E, in molti casi, quando un nuovo maglione viene inviato al cliente, quello vecchio viene spesso buttato via, il che è estremamente dispendioso.

Consigliamo inoltre ai marchi di considerare la colorazione durante la progettazione dei propri prodotti, di immagazzinare un numero maggiore di articoli laddove la combinazione di colori è più classica e duratura e di ridurre le scorte laddove il colore dell'articolo è stagionale. Questo approccio incoraggia la mentalità: “se l'articolo si esaurisce, allora è finito e va bene perché è un articolo stagionale”, piuttosto che: “dobbiamo essere sempre riforniti di tutti gli articoli”.

Assumersi la responsabilità

La circolarità non riguarda solo la longevità e la riusabilità del prodotto, ma include anche la responsabilità.
I consumatori oggi possono prendere l'iniziativa di vendere i propri abiti usati su piattaforme come eBay o Vinted, ma spetta al brand fornire al cliente le ragioni e gli strumenti per utilizzare quel prodotto il più a lungo possibile. I marchi dovrebbero anche spiegare ai propri clienti cosa dovrebbero fare con il prodotto quando non sarà più utilizzabile.

I clienti non hanno inventato il fast fashion, quindi non sono responsabili del fatto che il 57% di tutti gli indumenti finiscono in discarica [secondo l'Obiettivo Comune ]. Tuttavia, stanno diventando più istruiti e si pongono domande su chi è responsabile della durata dei loro vestiti. Pertanto, i marchi devono supportare i propri clienti e facilitare operazioni più sostenibili da parte loro. Devono anche essere vigili, esplorando le opportunità per diversi modelli di business come il noleggio e la restituzione di vestiti.

Noi di Desinder scopriamo che i marchi pongono sempre le stesse domande, quindi abbiamo sviluppato una struttura in venti punti per delineare come progettare prodotti, incluso l'abbigliamento sportivo, per resistere alla prova del tempo. La mia sessione alla Sportswear Pro Conference esplorerà questo aspetto in modo più dettagliato e, come bonus, parleremo di come puoi mostrare i tuoi progetti e le tue iniziative sostenibili senza "greenwashing".

Guarda la sessione di Ana Kristiansson " Circular Economy Refined - Designing for Circularity" alla conferenza Sportswear Pro il 21 marzo 2024, dalle 12:15 alle 12:45 presso la RAI di Amsterdam, Paesi Bassi. Durante l'incontro, i visitatori avranno l'opportunità di conoscere la produzione, la produzione e la circolarità lungo la catena di fornitura dell'abbigliamento sportivo. Registrati qui per partecipare.

by Ana Kristiansson Torna alle notizie

Interessato ad entrare a far parte della nostra community?

Richiedi oggi stesso per entrare a far parte della tua Associazione FESPA locale o FESPA Direct

Informarsi oggi

Notizie recenti

Principali tendenze e cambiamenti del mercato sulla personalizzazione e sull'abbigliamento sportivo
Personalisation

Principali tendenze e cambiamenti del mercato sulla personalizzazione e sull'abbigliamento sportivo

Debbie McKeegan parla con Duncan Ferguson, VP of Commercial and Industrial Printing di Epson Europe, dei cambiamenti del mercato e delle tendenze attuali in materia di personalizzazione. Duncan condivide la tendenza chiave di fondere moda e abbigliamento sportivo.

25-04-2024
Substrati sostenibili per il rivestimento di veicoli
Vehicle Wrapping

Substrati sostenibili per il rivestimento di veicoli

Poiché la domanda di applicazioni rispettose dell'ambiente continua ad aumentare, Rob Fletcher esamina più da vicino alcuni dei materiali più sostenibili a disposizione delle aziende che lavorano nel settore del rivestimento dei veicoli.

24-04-2024
Substrati disponibili per segnaletica esterna ed espositori
Outdoor Advertising

Substrati disponibili per segnaletica esterna ed espositori

Nessan Cleary descrive dettagliatamente i substrati disponibili per segnaletica ed espositori per esterni.

23-04-2024
Il WrapFest ritorna a Silverstone nel mezzo del boom della personalizzazione dei veicoli
Vehicle Wrapping

Il WrapFest ritorna a Silverstone nel mezzo del boom della personalizzazione dei veicoli

WrapFest, lo spettacolo dedicato alla comunità dei veicoli e della decorazione delle superfici, tornerà quest'anno al prestigioso circuito di Silverstone, dal 3 al 4 ottobre 2024.

22-04-2024